Attività di pescaturismo a Talamone

Pescaturismo da Paolo Fanciulli

 

Talamone - Orbetello (GR)
Telefono cellulare: 333 / 2846199

Per potere vedere il filmato qui sotto dovete scaricare gratuitamente  il player di QuickTime . Se avete già installato Quicktime attendete il caricamento.

Il testo e le foto presenti in questa pagina sono di proprietà del webmaster Pietro Tarantelli. E' vietata ogni riproduzione senza previa autorizzazione del titolare (info@ansedoniaonline.it). Cliccate sulle foto per ingrandirle.

D'estate.....

Vivi l’emozione di una giornata su di un vero peschereccio con Paolo Fanciulli, profondo conoscitore dei segreti del Parco dell’Uccellina e della zona di Talamone. Paolo, il pescatore, ti darà la possibilità di salire con lui sul peschereccio “Sirena” e di seguirlo in un’autentica battuta di pesca lungo la costa dello splendido Parco regionale della Maremma, parco dell’Uccellina. Paolo Fanciulli, pioniere dell'attività di Pescaturismo in Italia, metterà a vostra disposizione tutta la propria esperienza per rispondere ad ogni vostra curiosità. Insieme a lui potrete conoscere i segreti del mare ed i problemi che ai giorni d'oggi affliggono il mare, la sua flora e la sua fauna. Una bella lezione di didattica ambientale da chi il mare lo conosce da sempre.

Ecco una giornata tipo con Paolo.

Partenza alle ore 8,00 (si raccomanda la puntualità) a bordo del Sirena. Colazione a bordo ed inizia il giro con una spiegazione dell'attività svolta da Paolo Fanciulli e del suo impegno per la difesa e la tutela della flora e della fauna marina. La battaglia che da anni Paolo sta portando avanti contro la pesca a strascico con le reti d'acciaio che spazza via dal fondale marino la flora necessaria, indispensabile per la sopravvivenza delle diverse specie ittiche, è sicuramente lodevole e meritevole di una maggiore cassa di risonanza. In particolare gravemente pregiudicata è la presenza sui fondali della Posidonia, pianta che, producendo ossigeno e proteggendo le coste dalle mareggiate, costituisce un elemento fondamentale dell'ecosistema del Mediterraneo.

 Prima fermata, risalendo verso nord il Parco dell'Uccellina, è il Porticciolo. Da qui potrete avvistare i falchi con i loro nidi a picco sulle scogliere del Parco Naturale della Maremma.

 Seconda fermata: la seconda fermata è la Casa, punto così denominato per via della particolare forma delle le rocce che ricordano l'ingresso di una casa. A seguire il Frontone, piccolo approdo ai tempi degli etruschi, con punti dove nidificano i falchi pellegrini. Da segnalare, inoltre, la presenza delle caratteristiche palme nane del nord-Africa.

Terza tappa: Finalmente si gettano le reti. 1500 metri di reti da gettare, attività faticosa ma affascinante anche perchè non capita tutti i giorni di vedere un pescatore gettare le reti da un peschereccio. Sullo sfondo incantevoli appaiono i Monti dell'Uccellina e le torri costiere. Le reti devono essere gettate ad "esse". A seguire si ritirano su le reti gettate il giorno prima. Il pescato? Passere, salpe, scorfani, saraghi reali, marmore, sogliole, spernocchie, lecci a stella, razze chiodate (o sorriso, così ribattezzate dallo stesso Paolo).

 Quarta tappa: Si scende dal Sirena per salire sul gommone che vi porterà a conoscere più da vicino alcuni angoli veramente suggestivi. Cala di Forno; ex dogana per il controllo del traffico di sughero. E poi la grotta delle aragoste, un tempo popolata dai nobili crostacei. Uno spacco nella roccia per 50 metri con una sorgente d'acqua dolce.

L'ora dell'antipasto:E' arrivata l'ora dell'antipasto a bordo del Sirena. Pane, olio biologico e carpaccio di pesce freschissimo pescato poche ore prima.

Il bagno: Si scende dal peschereccio e si approda in un "rifugio" di Paolo. Una piccola spiaggia di ciottoli nel cuore del Parco Naturale della Maremma; mare verde smeraldo. Un bel bagno e preparazione della brace per cucinare il freschissimo pesce tirato su con le reti. A conclusione della gita un pranzo veramente eccellente. Il pesce più fresco che possiate mangiare!!!! Provare per credere.

 

.....e d'inverno

 


Ideato e creato da Pietro Tarantelli. Tutti i diritti riservati ansedoniaonline.it